Gaetano Castrovilli è la nota lieta della stagione della Fiorentina. E non solo. Sul sito del Corriere della Sera si sottolinea come il giovane centrocampista abbia sbaragliato le carte nel cuore dei tifosi viola e anche nel calciomercato. L’Inter di Conte lo segue da vicino, ma Commisso non ci sente… Ecco cosa ha detto al Corriere.it

Se la Fiorentina negli ultimi anni è stata soprattutto nelle accelerazioni letali di Federico Chiesa, quella del futuro potrebbe avere il passo agile di questo ventitreenne spigliato e sorridente, che ha una ex miss Italia per fidanzata“. Questo l’attacco dell’intervista del Corriere.it a Gaetano Castrovilli. Ecco un estratto delle sue parole:

Si è legato alla Fiorentina sino al 2024, quali sono i motivi di questa scelta?

La città è meravigliosa e mi ha accolto benissimo. Mi sento molto legato alla Fiorentina, alla gente che mi sostiene e al presidente Commisso, sempre pronto a riempirmi di elogi. Mica è facile avere un feeling così naturale e immediato“.

La maglia numero dieci che è stata di Montuori e De Sisti, di Antognoni e Baggio, di Rui Costa e Mutu a Firenze cerca da anni un padrone degno.

Sarebbe un sogno. È una maglia magica in generale e a Firenze in particolare, considerando i campioni che l’hanno indossata a cominciare da Antognoni che qui, giustamente, ancora oggi è un’istituzione“.

Il momento indimenticabile della prima stagione in Serie A.
Il primo gol a San Siro contro il Milan. Ancora oggi, se ci penso, faccio fatica a credere che sia successo per davvero“.
La Fiorentina ha una generazione di nati nel ’97, base per una squadra importante.
Sono d’accordo. Drago (Dragowski ndr) è un gran portiere, Lirola e Milenkovic sono ormai due certezze e Chiesa non ve lo devo raccontare io: è un giocatore fantastico che farà parte della Nazionale per tanti anni. Ma c’è molto altro… Ribery per esempio è un campione. Nella lista però ci metterei anche il capitano Pezzella. Siamo un bel gruppo, basta non accontentarsi“.
La stagione della Fiorentina fra alti pochi e bassi tanti, ecco cose ne pensa Castrovilli.
Non abbiamo trovato continuità. Siamo un gruppo nuovo e giovane, credo che i problemi fossero fisiologici. Però mi lasci dire una cosa. Il futuro sarà dalla nostra parte. Abbiamo basi solide e possiamo dare fastidio alle grandi“.

Uno sguardo al futuro e alla voglia di continuare a stupire, per chi come lui ha fatto la gavetta e i sacrifici per arrivare alla Serie A e alla Nazionale.

Devo migliorare ancora un po’ in tutto. E di sicuro devo fare qualche gol e qualche assist in più. Ho dovuto lavorare tantissimo per giocare in serie A. Ma ogni giorno si riparte da zero: devi avere fame, voglia e spirito di sacrificio“.

Articolo precedente“Il ragazzo gioca bene”: gli auguri di ACF Fiorentina per Flachi
Articolo successivoRibery, voglia matta di pallone: ecco come si allena FR7

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui