Mario Sconcerti sul Corriere della Sera fa il punto sul calciomercato. “I prezzi dei buoni giocatori sono cresciuti del 30 per cento“.

Che fosse un mercato dopato, non c’erano dubbi. Mario Sconcerti sul Corriere della Sera fa il punto sui nomi che stanno rivoluzionando il prossimo campionato di Serie A.

Bonucci – “Senza di lui un anno fa la Juve giocò 11 partite vincendone 10 e perdendo solo all’Olimpico con la Roma… Credo si vada verso una Juve senza una formazione stabile. C’è un gruppo di titolari interscambiabili“.

Bernardeschi – “Non è Baggio e nemmeno Del Piero. È stato valutato molto, probabilmente troppo, in un’estate in cui i prezzi dei buoni giocatori sono cresciuti del 30 per cento… Non è un fenomeno, ma è molto intelligente“.

Borja Valero – “Borja è un grande riferimento in campo, guida la squadra, ma lo fa ai suoi ritmi bassi e con la sua mentalità un po’ barocca… L’Inter ha più bisogno di lui come uomo che come giocatore“.

Le possibili rivelazioni – “Dicono tutti un gran bene di Cengiz Under, il ragazzo turco arrivato alla Roma per 14 milioni… Veloce, mancino, grande dribbling… Due i giovani difensori che forse sorprenderanno: Bonifazi del Torino e Milenkovic della Fiorentina“.

Articolo precedenteZekhnini: il giovane norvegese messosi in luce a Moena.
Articolo successivoReal Madrid Fiorentina: possibile amichevole di lusso per i viola.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui