L’ultima parola spetterà al giocatore, è vero. Ma il finale pare scritto. Opporsi non conviene. Borja Valero lo sa…

Una partita a scacchi. Re Borja Valero subirà lo scacco matto?

La Fiorentina lo vuole vendere. L’Inter lo vuole acquistare. Lui vuole restare a Firenze. Ma nel crudele gioco del calciomercato non c’è posto per i sentimenti. 32 anni, contratto fino al 2019, quasi 2 milioni di Euro a stagione. La Fiorentina vuole monetizzare, anche ‘poco’ rispetto al valore assoluto del calciatore. In questo modo non arriverebbe a scadenza naturale di contratto, come Pasqual, come Gonzalo. In questo modo risparmierebbe sul monte ingaggi. Si parla di una trattativa che potrebbe chiudersi per 5/6 milioni di Euro.

Queste le tante voci e i pochi dati di fatto. Poi c’è tutto il resto. La piazza che mugugna. Il presidente Cognigni che fa dichiarazioni subito smentite nei fatti. La proprietà che si è messa da parte. In questo scenario, forse, toccherà proprio a Borja Valero assumersi la responsabilità della cessione. Lui che i tifosi amano per come gioca in campo, ma anche e soprattutto per come si è legato alla città. Lui il Sindaco, per il quale stanotte i tifosi hanno appeso questo striscione:

Ce l’hanno fatta anche con te… Corvino vattene! Gracias BV20

Errebì72
Articolo precedenteCorvino a Milano: il mercato entra nel vivo. Le trattative più calde.
Articolo successivoIlicic verso la Sampdoria: si aspetta il via libera del giocatore.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui