Che non fosse una trattativa facile, era prevedibile. Che si arrivasse alla logica dell’asta, non era auspicabile. E invece…

Bernardeschi nodo primario del calciomercato della Fiorentina. Il futuro del numero 10 viola condizionerà le prossime scelte di Corvino e Pioli. Al momento l’ipotesi dell’asta al rialzo è quella più tambureggiata sui principali media sportivi, da Tuttosport a SportMediaset. Inter e Chelsea in prima fila.

Il numero 1 dell’Inter, Zhang, ha un tesoretto di 150 milioni da investire. A Milano, però, il numero 10 non avrebbe alcuna vetrina internazionale. Il Chelsea di Antonio Conte può vantare, oltre a ingenti risorse economiche, anche un buon feeling nelle trattative con la Fiorentina, vedi Alonso. L’asta al rialzo potrebbe convenire in termini economici alla società gigliata, garantendo una plusvalenza superiore ai 40 milioni di Euro. Eppure…

Eppure la Fiorentina pare intenzionata a non mollare. La Nazione ieri apriva con il rilancio che i Della Valle avrebbero fatto per convincere Federico Bernardeschi a firmare. Rinnovo di contratto fino al 2022 e ingaggio da top player: 5 milioni di Euro lordi a stagione.

Bernardeschi, dal canto suo, deve scegliere. Continuare dove è calcisticamente nato ed esploso. Assumersi il ruolo di giocatore-simbolo di una squadra costruita intorno a lui. Oppure, gettarsi in una nuova avventura. Ingaggi superiori. Realtà internazionali più grandi. Ma anche il rischio di perdersi nella competizione. Spogliatoi di uomini più esperti e, spesso, altrettanto talentuosi.

A lui, quindi, e al suo procuratore l’ultima parola. Deve però fare in fretta. Perché, Società e tifosi vogliono chiarezza e la vogliono nel minor tempo possibile.

Articolo precedentePioli day: oggi la presentazione alla stampa. Il mister ha già le idee chiare
Articolo successivoFiorentina Primavera è finale scudetto: battuta la Juve ai calci di rigore

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui