Vacche magre per la Serie A nel calciomercato di gennaio. Un giro di affari per i club italiani di circa 20 milioni effettivi per i cartellini, a fronte dei 470 milioni spesi in Premier League. Del Sassuolo con Babacar il colpo più costoso.

Prestiti, parametri zero, giocatori in cerca di rilancio. Questi i movimenti del calciomercato di gennaio in Serie A. Il Sassuolo spende più di tutti e non cede i suoi gioielli.

L’Inter ha pescato dal Benfica Lisandro Lopez, difensore argentino, 28 anni, che arriva in prestito per 500.000 Euro con riscatto fissato a 9 milioni di Euro. Stessa formula, più onerosa per Rafinha: il cartellino del brasiliano, se l’Inter vorrà riscattarlo vale 35 milioni. Il club di Suning lega molte di queste operazioni, così come la permanenza di Icardi, alla prossima qualificazione in Champions League.

Alla Lazio è arrivato Cacares, svincolato, con un contratto annuale. Un affare per il club del predisente Lotito che si è accollato soltanto l’ingaggio dell’ex juventino.

La Roma ha provato a cedere Dzeko al Chelsea per fare cassa e rientrare nei parametri del fair play finanziario. L’accordo fra il club di Abramovich e il bosniaco si è arenato sull’ingaggio e così i blues si sono ‘accontentati’ Giroud, mentre i giallorossi hanno acquistato il terzino Jonathan Silva dello Sporting Lisbona. Reduce da un infortunio arriva alla corte di Di Francesco anche lui in prestito, con riscatto obbligatorio legato alle presenze e fissato a 5 milioni di Euro.

In questo contesto spiccano i 10 milioni di Euro spesi dal Sassuolo per il cartellino di Babacar della Fiorentina. Gli emiliani hanno accontentato il procuratore dell’attaccante, Mino Raiola, anche sull’ingaggio: gli attuali 1,4 milioni di Euro netti saranno ritoccati verso l’alto. Un’operazione molto costosa senza necessità di cessioni eccellenti, come conferma il no ai 28 milioni di Euro offerti dal Napoli per Politano.

Articolo precedenteJuventus: dopo Cuadrado si ferma anche Bernardeschi. I due ex out a Firenze?
Articolo successivoBabacar: parole di amore e d’addio a Firenze e ai tifosi. Il post su Instagram.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui