L’inchiesta sulla morte del capitano Davide Astori, porta stamani delle importanti novità. La procura di Firenze ha messo due avvisi di garanzia nei confronti di due medici. Il reato ascritto è quello di omicidio colposo.

Svolta nell’indagine per accertare le cause della morte del capitano Davide Astori, deceduto nella notte del 4 marzo durante il ritiro della Fiorentina a Udine. Il fascicolo aperto a suo nome dalla Procura di Firenze cambia da “omicidio colposo a carico di ignoti”, a “omicidio colposo ascritto a due medici“. Si tratterebbe di due professionisti di strutture pubbliche, a Cagliari e a Firenze, incaricati di rilasciare il certificato per l’idoneità sportiva agonistica.

Secondo quanto riportato dai principali quotidiani nazionali alcuni esami avevano evidenziato la presenza di extrasistoli ventricolari nel corso delle prove da sforzo a cui era stato sottoposto Astori. Il cuore del capitano, 31 anni, ha cessato di battere secondo i medici legali non per bradicardia, rallentamento del cuore, ma per tachiaritmia cioè per un’improvvisa accelerazione del cuore.

Articolo precedenteFiorentina emergenza formazione. Empoli che ruolino con Iachini!
Articolo successivoCoppa Italia, sorteggi: Fiorentina, Juventus e Milan giocano fuori.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui